Data ultima Modifica
25/08/2010

 

Home Page

Chi sono

Le mie canzoni

Le foto

I video

La mia agenda

I miei pensieri

I miei Amici

Gli eventi

Cultura

Cosa scrivono di Noi

Regolamento

Servizi

Scacciapensieri

Mercatino

Blog

Entra nella chat

Le vostre foto

Invio Mp3/Midi

Contattaci
 

 

 

 


 


Intervista tratta dal cd allegato al libro Correggio mon amour

Storia di storie della musica rock in una città della provincia Emiliana

 

Ivan Gallesi, un artigiano cantautore

di Lucio Levrini, Laura Fontanesi

 

Ivan è uno dei tanti ragazzi che hanno imparato a suonare dal maestro Malmusi: dall’età di  diciassette anni, quando era operaio (in fabbrica era entrato a quattordici anni), fino alla partenza per il militare. Dopo aver servito la patria, torna e apre in proprio una bottega da artigiano. Si è liberato dal datore di lavoro, ma il tornio, ora di proprietà, non gli lascia il tempo per la musica. La passione rimane. Cova dentro. Torna alla luce quando diventa nonno. “Mia nipote, Arianna, mi ha ispirato una canzone, Le stagioni della vita”. Ha i figli grandi, che lavorano con lui e Ivan può abbandonare “la macchina computerizzata” e dedicare tempo alla chitarra. Riprende la scuola di musica. Acquista un pianoforte. Nell’ufficio del laboratorio si tiene la chitarra perché “prima di cominciare il lavoro al mattino o quando sono stanco o quando mi viene un’ispirazione … cambio strumento: comincio a fare accordi e sulla musica che suono mi vengono le parole. Ma il soggetto è chiaro, l’ho in mente da tempo. A volte le canzoni mi vengono di getto. Le stagioni della mia vita m’è uscita di getto. Forse la coltivavo dentro da tempo.”

Guccini è il cantautore che preferisce e che ha più influito sulla sua musica: “Sono sempre stato colpito dai testi delle sue canzoni; canzoni che non contengono il ritornello tipico delle canzoni melodiche ma raccontano storie che si sviluppano nel testo della canzone stessa”.

Ma i riferimenti di Ivan sono sempre “alti”: Fabrizio D’André, Augusto dei Nomadi, autori con una forte caratterizzazione, che, secondo Ivan, manca un po’ negli ultimi tempi.

Ivan non si limita a strimpellare fra le mura domestiche, ma ha costituito un gruppo di cinque elementi che esegue soprattutto delle cover e deve piacere, a giudicare dagli inviti che riceve.

Quindi, come un cantautore che si rispetta, Ivan si scrive le sue canzoni, parole e musica: “Per me poesia e musica sono inscindibili, non potrei mai scrivere canzoni o musica per altri e non mi farei mai scrivere canzoni. Mancherebbe la soddisfazione se fossero altri a scrivere testo o musica.

La musica è diventata per me meglio di una medicina, è rilassante, ricreativa, consolatoria. Mi ha aiutato anche in momenti difficili: mi ha dato fiducia, forza, piacere di vivere.

Così mentre continuo a fare l’artigiano, lavoro che mi dà ancora tanta soddisfazione, realizzo il sogno che avevo da ragazzo: la musica”. 

Mi porta all’ingresso del laboratorio, dove da una scatola posta su uno scaffale da lavoro estrae due suoi cd. “Li tengo a portata di mano, perché li offro in omaggio ai miei clienti e fornitori”.

   
 



 

 






















        Home Page | Chi sono | Le mie Canzoni | Le Foto | I Video | I miei Amici | Gli Eventi | Cultura | Cosa scrivono di Noi | Regolamento | Contattaci

Copyright 2008 © Creato da Pastore Alessandro